Seguimi sui social network

Il nome proprio come percezione di sé in relazione al proprio mondo sonoro


Presentazione


lab-3Ogni individuo, grazie all’apporto della memoria, racchiude in sé un’identità sonora, quell’insieme unico e irripetibile di tutte le esperienze e i vissuti sonori e musicali che gli appartengono e lo caratterizzano distinguendolo da un altro.

La scelta del nome proprio spesso concorre, ancor prima della nascita, alla costruzione dell’identità, diventando una sorta di sigillo identificativo che può nascondere in sé aspettative e proiezioni che l’adulto inconsapevolmente comunica e che il bambino assorbe in maniera totalmente inconscia.

Giocare con le sonorità del proprio nome uscendo dagli stretti confini della parola e lasciando parlare la propria fantasia immaginativa può far emergere sensazioni e significati non conosciuti.

 

A chi è rivolto


Il laboratorio è rivolto a tutti coloro che desiderano acquisire nuovi elementi di conoscenza di sé e delle proprie modalità espressive attraverso il suono vocale e strumentale. Non richiede alcuna competenza musicale specifica

Obiettivi

  • Percezione e consapevolezza della propria identità sonora: influenza e condizionamenti del soggettivo contesto acustico di appartenenza
  • Il gioco sonoro sul proprio nome: analisi e riflessioni

Indicazioni organizzative


Durata: Il laboratorio si articola in un fine settimana con il seguente orario:
Sabato 10.00/13.00 – 14.30/17.30
Domenica 10.00/13.00
La definizione delle date ed eventuali modifiche all’orario prescelto saranno concordate direttamente con le persone interessate
Partecipanti: 4 – 6 persone. Non è richiesta alcuna competenza specifica
Dove: a Firenze
Informazioni dettagliate: telefonare al 347 5228802 o inviare una email a info@memoriasonora.it

Modalità di partecipazione


Ai partecipanti è consigliato portare:

  • abbigliamento comodo
  • un tappetino da palestra o un asciugamano da stendere in terra
  • un quaderno da utilizzare come “diario di lavoro”
  • un oggetto sonoro