Seguimi sui social network

Il suono come narrazione di sé e come espressione delle potenzialità comunicative e artistiche


Presentazione


lab-1E’ importante pensare al suono e alla musica come irrinunciabili compagni di viaggio costanti e preziosi come d’altronde sono realmente e non come obiettivi irraggiungibili al di fuori di noi e della nostra quotidianità.

In questa ottica si può facilmente immaginare la quantità di vissuti sonori e musicali più o meno coscienti che ogni individuo dalla fase prenatale racchiude dentro di sé. Un enorme patrimonio che la memoria di ciascuno custodisce preziosamente.

Le potenzialità del suono e della musica non devono quindi essere separate dall’ambito educativo generale scolastico a partire dalla scuola dell’Infanzia ed Elementare ed essere utilizzate dagli insegnanti come mezzo di educazione alla conoscenza di sé, alla comunicazione, all’interazione e alla condivisione.

Porgere gli strumenti pedagogici e specifici di base
è fondamentale per acquisire un certa autonomia
di fronte al fatto musicale senza necessariamente addentrarsi nel preciso contesto di alfabetizzazione;
è importante inoltre per sviluppare l’attitudine a riflettere sul personale modo di generare e
padroneggiare le proprie competenze e la consapevolezza della propria capacità di gestirle,
combinarle e sceglierle.

A chi è rivolto


Il laboratorio è rivolto a studenti, educatori, insegnanti di Scuola dell’Infanzia ed Elementare, operatori del settore educativo e scolastico. Non richiede alcuna competenza musicale specifica.

Obiettivi

  • Le valenze pedagogiche intorno al suono e alle sue proprietà fondamentali: il suono come forma di scoperta, di conoscenza e di relazione
  • Le caratteristiche della propria identità sonora: esplorazione, analisi e consapevolezza
  • Percezione, produzione, ascolto e analisi di eventi sonori
  • Ascolto e silenzio: la responsabilità di un bagaglio educativo alla base della nostra sfera vitale di comprensione e comunicazione
  • Dall’evento sonoro all’idea musicale: combinazione e organizzazione
  • Il rafforzamento del messaggio espressivo o la sua trasformazione attraverso il gioco manipolatorio dei parametri del suono
  • Il suono e l’interazione delle nostre modalità sensoriali e verbali: proprie modalità di rappresentazione e di scrittura
  • Esperienza sonoro-relazionale: la comunicazione interpersonale e le sfumature delle dinamiche relazionali
  • Acquisizione della capacità di darsi criteri di selezione, organizzazione ed elaborazione del materiale sonoro attraverso l’apprendimento di elementi tecnici e analitici

Indicazioni organizzative


Durata: il laboratorio, di 40 ore complessive, si articola in 10 incontri di 2 ore ciascuno e due fine settimana intensivi.
La definizione delle date ed eventuali modifiche all’orario prescelto saranno concordate direttamente con le persone interessate.
Partecipanti: 8 – 12 persone. Non è richiesta alcuna competenza musicale specifica
Dove: a Firenze
Informazioni dettagliatetelefonare al 347 5228802 o inviare una email a info@memoriasonora.it

Modalità di partecipazione


Ai partecipanti è consigliato portare:

  • abbigliamento comodo
  • un tappetino da palestra o un asciugamano da stendere in terra
  • un quaderno da utilizzare come “diario di lavoro”