Seguimi sui social network

La voce esprime l’essenza più soggettiva e intima della persona e lascia trasparire anche le dinamiche emozionali più sconosciute alla mente.

Prima di essere parola la voce è respiro e suono in una continua relazione “dentro-fuori” di cui la respirazione è costituita. Ambedue si chiudono e si aprono in relazione a pensieri, emozioni e quant’altro derivi dal nostro incontro con la realtà.

Nella voce si intrecciano la dimensione dell’unicità della persona con la dimensione della relazionalità. Il suono vocale infatti è primariamente un messaggio comunicativo rivolto all’altro; un’invocazione che spera di essere ascoltata e accolta e le sue vibrazioni sonore rivelano e comunicano emozioni.

In ambito musicale, generalmente, quando parliamo di voce ci riferiamo al canto trascurando però quella parte espressiva così ricca e importante data dalle sue potenzialità timbriche.

La sensibilizzazione, l’ascolto e la relativa osservazione analitica delle molteplici variabili timbriche, esistenti all’interno del proprio strumento, genera un processo di scoperta e di riconoscimento dei propri suoni. Questo facilita l’espressione del pensiero musicale.

Raccontarsi è anche ritrovare l’unicità della propria voce e acquisire in modo consapevole le sue potenzialità espressive e la sua qualità energetica.

Composizione-5